Il buon funzionamento del sistema immunitario è fondamentale, soprattutto in quelle situazioni in cui l’organismo è sottoposto a stress, cambi di stagione, sbalzi di temperatura o altri fattori esterni che possono interferire con il normale stato di benessere.

 

Quando infatti particolari condizioni, tra cui possiamo annoverare anche stili alimentari o di vita scorretti, portano ad un'aumentata vulnerabilità e ad un indebolimento della linea di difesa immunitaria, il rischio di aggressione da parte degli agenti patogeni aumenta, esponendoci alle malattie.

Come funziona il sistema immunitario

Il sistema immunitario è composto da organi, cellule e molecole altamente specializzate che fungono da “sentinelle” in grado di riconoscere ed eliminare gli agenti estranei all’organismo come virus, batteri, parassiti, funghi e cellule infette.

Ne fanno parte:

  • globuli bianchi (leucociti) che circolano nel sangue e nei tessuti 
  • organi linfatici principali (midollo osseo e timo)
  • organi linfatici secondari (linfonodi, milza e tessuti linfoide)
  • mucose (tonsille, appendice, placche intestinali di Peyer)
  • citochine (proteine specializzate che coordinano gli apparati del sistema immunitario)

Funzionamento sistema immunitarioIl sistema immunitario deve essere in grado di riconoscere ciò che gli appartiene (endogeno) da ciò che gli è estraneo (esogeno). Il sistema di controllo si basa sul riconoscimento degli antigeni, sostanze presenti all’interno o sulla superficie dei patogeni che, nel caso siano percepiti come dannosi, stimolano la risposta immunitaria che agisce nel seguente modo:

  • Riconoscimento dell’antigene
  • Attivazione delle difese
  • Attacco all’agente dannoso
  • Controllo della riuscita dell’attacco

Questo sistema di controllo è sempre attivo e vigile per preservare lo stato di salute dell’organismo.
Per farlo si avvale di due principali forme di difesa, l’immunità aspecifica (o immunità innata) che è presente già dalla nascita ed è frutto dell’evoluzione dell’uomo, e l’immunità specifica (o immunità adattiva) che scaturisce dal contatto con i patogeni di cui il sistema immunitario tiene memoria.

Come rafforzare il sistema immunitario?

Il sistema immunitario, come abbiamo visto, è composto da diversi componenti che lavorano in sinergia. Per funzionare e svolgere al meglio il suo compito richiede equilibrio e armonia.

Esercizio fisico, igiene del sonno, riduzione dello stress e una dieta sana ed equilibrata sono i pilastri per proteggere la salute e supportare il buon funzionamento del sistema immunitario.

Studi scientifici hanno dimostrato la correlazione tra stile di vita, benessere dell’organismo e risposta immunitaria. Se è vero che non è possibile agire “migliorando” le funzioni di un particolare componente con l’obiettivo di agire sull’intero sistema immunitario, gli scienziati concordano che la scelta migliore sia preferire uno stile di vita “healthy”.

Lo stile di vita sedentario impatta negativamente sulla salute ed è strettamente collegato allo sviluppo di patologie come malattie cardiovascolari, obesità, diabete di tipo 2 e sindrome metabolica.

In particolare la pratica di esercizio fisico svolta con regolarità è in grado di migliorare la salute sotto molti aspetti, contribuendo alla prevenzione di diverse patologie croniche.

Da tempo la ricerca scientifica si occupa di approfondire le correlazioni e i meccanismi che sottendono i benefici del movimento. Le linee di ricerca che indagano le alterazioni metaboliche indotte dall’esercizio indicano che queste agirebbero anche sulla funzione immunitaria, migliorandola.

Esercizio fisico e sistema immunitario

Quanto allenarsi per supportare sistema immunitario

I meccanismi per cui la pratica costante di attività fisica agisce favorevolmente sul sistema immunitario sono diversi. Tra questi troviamo:

  • Miglioramento dell’immunità umorale (HIR) ovvero parte della risposta immunitaria adattativa con attivazione degli anticorpi che si legano alla superficie degli antigeni.
  • Stimolazione del rilascio di sostanze associate ad un più efficace riconoscimento degli antigeni.
  • Attivazione dell’autofagia (o autofagocitosi) che è il meccanismo cellulare di rimozione selettiva di componenti citoplasmatici danneggiati.

Esercizio fisico risposta autoimmuneOltre a questo, l’esercizio fisico migliora la circolazione del sangue, consentendo alle cellule immunitarie di raggiungere più velocemente i distretti interessati da attacco di agenti patogeni così come di avere a disposizione quelle sostanze di cui hanno bisogno per un corretto funzionamento.

Durante lo svolgimento dell’attività fisica si ha inoltre un aumento della produzione di globuli bianchi e un aumento di efficacia generale del sistema immunitario.

L’esercizio fisico è in grado di influenzare positivamente la immunomodulazione, in quanto:

  • Aumenta le difese immunitarie e riduce il rischio di contrarre affezioni respiratorie
  • Stimola la produzione di citochine anti-infiammatorie, riducendo al contempo le citochine pro-infiammatorie e le quantità di Proteina C reattiva.
  • Favorisce lo smaltimento delle tossine legate a stati infiammatori.

“Se esistesse un farmaco in grado di dare gli effetti benefici dell’esercizio fisico, sarebbe il medicinale più prescritto al mondo”.

OMS - 2009

Quanto allenarsi per contribuire al buon funzionamento del sistema immunitario?

L’OMS suggerisce di praticare almeno 150 minuti di attività fisica moderata alla settimana, oppure 75 minuti/settimana di attività intensa (dato riferito ad individui dai 18 ai 64 anni in buona salute).

L’ideale sarebbe comunque portare a 300 i minuti settimanali di attività fisica, dedicando 2 giorni a settimana ad esercizi specifici per rinforzare i principali gruppi muscolari.

Per attività motoria l’OMS non intende esclusivamente l’attività sportiva, ma qualunque tipo di movimento o esercizio fisico.
Camminare a passo spedito, per esempio, è una buona attività aerobica che porta benefici al sistema immunitario e al sistema cardiocircolatorio. Anche andare in bicicletta con andatura moderata è un ottimo esempio di attività che può essere facilmente eseguita da tutti.

Negli ultimi 95 anni sono stati pubblicati oltre 620 articoli che trattano il rapporto tra esercizio fisico e immunologia. I risultati più importanti includono la risposta del sistema immunitario all’esercizio fisico acuto.

In risposta allo sforzo fisico acuto si verifica un rapido scambio di cellule immunitarie tra i tessuti linfoidi periferici e la circolazione. La risposta dipende da molti fattori, tra cui: 

  • l'intensità,
  • la durata,
  • la modalità di esercizio,
  • le concentrazioni di ormoni e citochine,
  • il cambiamento della temperatura corporea,
  • il flusso sanguigno,
  • lo stato di idratazione e la posizione del corpo.

Di tutte le cellule immunitarie, le cellule natural killer (NK), i neutrofili e i macrofagi (del sistema immunitario innato) sembrano essere le più sensibili agli effetti dell'esercizio acuto, sia in termini di numero che di funzione. In generale, gli esercizi acuti di moderata durata (< 60 min) e intensità (< 60% VO2max) sono associati a meno perturbazioni e meno stress per il sistema immunitario rispetto a sessioni prolungate e ad alta intensità. 

In risposta all'esercizio fisico a lungo termine è emerso un aumento significativo dell'attività delle cellule NK. Vi sono inoltre alcune indicazioni che la funzione dei neutrofili sia soppressa durante i periodi di allenamento intenso. 

Rischio infezione - Qualità di esercizioUn esercizio fisico acuto o cronico insolitamente pesante può aumentare il rischio di infezione del tratto respiratorio superiore (URTI), mentre un'attività fisica moderata e regolare può ridurre la sintomatologia delle URTI.

Per riassumere si può indicare che l’esercizio estremamente intenso svolto per periodi prolungati può portare, al termine della sessione di allenamento o della gara, ad una aumentata suscettibilità alle infezioni.

 

 

FONTI:

https://fondazionehumanitasricerca.it/lo-sport-fa-bene-anche-al-sistema-immunitario/

La corretta alimentazione è importante per mantenere in salute il tuo sistema immunitario. Scopri subito le ricette della salute!

Scarica gratis la tua copia dell’ebook "Il ricettario della salute", segui le ricette e porta in tavola la salute, per tutta la famiglia!

Ebook ricettario della salute