Scopriamo quali sono. 

La natura è una preziosa alleata e ciò che è capace di trasmettere al corpo e alla mente, attraverso i suoi suoni, è davvero sorprendente! 

Non ci credi? Chiudi gli occhi e prova a immaginare il ticchettio della pioggia o lo scrosciare delle acque del mare o ancora il fruscio di una brezza estiva... Noti che la tua mente si rilassa quasi da farti addormentare? Questo è quello che accade quando ci si lascia abbracciare dai suoni emessi dalla natura e a confermarlo è uno studio americano condotto della Colorado State University e del National Park Service pubblicato sulla rivista Pnas!

Cosa è emerso dalla ricerca?

I ricercatori, dopo aver fatto ascoltare le registrazioni ottenute in 251 diversi siti naturalistici di 66 parchi nazionali, hanno accertato che i rumori bianchi emessi dalla natura sono in grado di trasmettere energie positive e contribuire al miglioramento dell’umore e delle prestazioni cognitive.

Nel dettaglio, i suoni emessi dall’acqua sono risultati più efficaci nell’aumentare le emozioni positive mentre il cinguettio degli uccelli tende ad alleviare le sensazioni di spossatezza. 

I rumori bianchi sono in grado così di attivare un atteggiamento più rilassato, consentendo di migliorare le prestazioni cognitive, stimolando la creatività e favorendo la comparsa di idee più originali. Ascoltare il suono del mare, il fruscio del vento o lo scricchiolare delle foglie secche consente di staccarsi dall’ambiente caotico in cui si vive e favorire un atteggiamento mindfulness.

Il benessere è "verde"

A tal proposito, Rachel Buxton, l’autrice principale dello studio, ha dichiarato che: “In tanti modi la pandemia ha enfatizzato l’importanza della natura per la nostra salute. Quando il traffico è diminuito per via del lockdown, molte persone si sono collegate ai suoni naturali in un modo completamente nuovo, cominciando a notare i cinguettii rilassanti degli uccelli appena fuori dalla finestra. È straordinario che questi suoni facciano bene alla nostra salute”

In effetti con il lockdown in città molti hanno ritrovato il piacere di stare a contatto con la natura e, a un anno di distanza dalla pandemia, questa pratica cresce sempre più e coinvolge sempre più persone. 

Che sia al mare, in montagna o semplicemente in un bosco dietro casa, i modi in cui è possibile mettersi in ascolto, connettersi con la natura e godere delle sue energie positive sono tanti. Se vuoi testare anche tu questa ricerca, non ti resta che organizzare la prossima uscita in famiglia a contatto con la natura! 


Fonte: https://www.pnas.org